Crea sito

Castello di Grazzano Visconti e il Ponte di Bobbio

Castello di Grazzano Visconti

Dopo aver visitato il mercatino di natale di Arco, abbiamo raggiunto il bellissimo borgo di Grazzano Visconti.

L’atmosfera natalizia qui si sente appena, mancano due giorni alla befana…ma in un luogo come questo l’atmosfera delle baite di natale, delle luci magiche davvero non fanno nessuna differenza, credo che questo sia uno di quei pochi posti dove l’atmosfera magica si percepisca tutto l’anno.

Questo Borgo medievale si trova in Emilia Romagna, nella provincia di Piacenza. Costruito nel 1395 da Giovanni Anguissola che vi risiedette con la moglie Beatrice Visconti, oggi è ancora proprietà degli ultimi eredi della famiglia Visconti. Con pianta quadrangolare a 4 torri, costruito in pietra e laterizio, questo castello conserva ancora intatti gran parte degli edifici originali ed è circondato da un parco di 150.000 mq visitabile solo in alcuni periodi dell’anno e conserva all’interno anche un meraviglioso labirinto. Nei primi anni del 900, un’architetto ne restaurò gran parte creando il piccolo villaggio medievale, quello che oggi possiamo visitare come parte turistica.

All’interno di questo borgo si trovano tantissimi negozi di souvenir molto particolari, la maggior parte sono dedicati al famoso mago Harry Potter e ad uno dei simbolo di fortuna più comunemente usato, il Gufo, che si può trovare in varie rappresentazioni e con dediche di fortuna per ogni amico o familiare al quale lo si voglia regalare. Ci sono gallerie d’arte, negozi di articoli naturali, negozi di gadget medievali, ristoranti e bar e in questo periodo di festa c’è anche qualche bancarella.

Ma passeggiando al suo interno, per qualche strana magia, si viene completamente catapultati in un’epoca che non ci appartiene oppure è soltanto la mia immaginazione che mi ha permesso di ritrovarmi in un’epoca medievale che ho sempre amato e sognato di vivere?

Che dire davvero molto, molto bello, di sicuro da non perdere soprattutto durante le manifestazioni storiche o eventi particolari. Sparse all’interno del borgo ci sono anche tantissime statue e orientandosi con la mappa affissa in vari punti strategici e di entrata, si possono scoprire tutte.

Peccato solo che per un luogo così bello e affascinante ci sia sempre un’amministrazione che se ne approfitti…abbiamo pagato per 2 ore di parcheggio € 12, senza alcun servizio, parcheggiati in un semplice prato fangoso. Potevamo parcheggiare tranquillamente in un parcheggio per auto, lo abbiamo specificato che non avremmo sostato per più del tempo necessario alla visita, anche perché due ore (per noi) è il tempo che ci vuole per questa visita. Ma i mezzi di altezza superiore parcheggiano comunque nell’area adibita alla lunga sosta anche notturna…quindi vi consigliamo di calcolare per la visita anche una sosta notturna così da dare una giustificazione giusta ad un prezzo così alto.

A noi di sicuro è stata una visita che ci ha lasciato davvero a bocca aperta….in tutti i sensi!

BOBBIO

Abbiamo raggiunto Bobbio, un borgo montano situato sul fiume Trebbia alle pendici del Monte Penice  e distante pochi km da Grazzano Visconti.

Ci siamo recati qui perchè stanchi dal lungo viaggio invernale avevamo solo voglia di riposarci un’intera giornata in una bella area sosta in vista del lungo viaggio di rientro a casa e poi perché no…immortalare una delle cose che ci affascinano di più al mondo…i vecchi ponti “Strani”!

Non abbiamo dedicato molto tempo alla visita di Bobbio, ci siamo rilassati tutta la giornata approfittando anche del magnifico sole, il primo sole dopo lunghi giorni di fitta nebbia e freddo. Bobbio ha una bellissima area sosta per camper, a circa 1 km dal Ponte Gobbo e dal centro.

Davvero ben strutturata, comoda, con aree picnic e con tutti i servizi utili ai Camperisti e per soli € 10 x 24h. N 44.763420, E 9.384820

Abbiamo aspettato il calar della sera per immortalare questo bizzarro Ponte Gobbo.

Della costruzione di questo ponte non si ha una data certa, si ipotizza essere di epoca romana. Lungo 273 metri, è stato nominato Ponte Gobbo per il suo profilo irregolare. Composto da 11 archi, posizionati a diverse altezze che lo rendono come ondulato.

Come altri ponti che abbiamo visitato durante le nostre gite fuori porta, anche questo è uno di quelli soprannominato “Ponte del Diavolo”. Molte leggende sono legate sopratutto a questi ponti a forma irregolare o quasi perfetta che si dice che nessuna mano umana possa averli creati perché troppo ingegnosi.

E così le leggende narrano, che siano sempre opera del “Diavolo” perché solo un’opera diabolica può ricongiungere due luoghi separati per natura.

Il Ponte Gobbo di Bobbio ha una bellissima leggenda legata ad esso. Si narra che San Colombano volendo raggiungere brevemente il paese, dal Santuario posto in cima al monte, per la sua evangelizzazione, accettò un patto con il Diavolo che gli promise di costruire un ponte in un’unica notte in cambio della prima anima che l’avesse attraversato il mattino seguente. Così con l’aiuto di tanti diavoletti, che di statura diversa lo resero irregolare, il diavolo mantenne la promessa. Il mattino seguente San Colombano fece attraversare un cagnolino mantenendo la sua promessa, ma il Diavolo si infuriò e lanciò un calcio al suo manufatto rendendolo oltre che irregolare anche storto.

Ci piacciono queste leggende e ci piace visitare questi luoghi che ne narrano di strane e i Ponti sparsi per il mondo sono quelli legati a bizzarre leggende. Torneremo di sicuro qui a Bobbio, per una visita più approfondita e soprattutto per la sua bellissima e tranquillissima area sosta dove poter trascorrere una buona giornata di relax.

Alla Prossima Avventura

 

Pubblicato da thelittlegulliverontour

Siamo Gloria, Marco e i Bassotti Guido e Valentina. La nostra passione per i viaggi inizia nel 1999 abbiamo viaggiato per anni con aerei, sulle due ruote e con la nostra automobile. Nel 2010 è arrivato il primo bassotto Guido e la nostra passione per l'On the road è cresciuta abbiamo trasformato la nostra auto in una vera Bassmobile, nel 2013 è arrivata anche la bassa Valentina e per stare tutti più comodi abbiamo acquistato una vera casa mobile...ed ora Viaggiamo in Camper su e giù per l'Europa e chissà ....oltre......

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.