Crea sito

Umbria in camper alla scoperta di Trevi

Anno bisestile questo 2020 e chi l’avrebbe detto che questo sarebbe stato l’ultimo weekend in viaggio. L’ultimo weekend prima della grande Pandemia che ci ha completamente stravolto la vita, le abitudini e che ci ha tolto la libertà e che purtroppo ha tolto la vita a moltissime persone al mondo.

Noi lo ricorderemo sempre come l’ultimo weekend prima della Strage!

TREVI

Trevi l’abbiamo raggiunta dopo aver visitato Collepino, nel nostro ultimo weekend in Umbria in camper. Raggiunta di sera, abbiamo tranquillamente parcheggiato nell’area sosta camper che si trova in cima al paese. Facile da raggiungere e tranquilla per la notte, anche se è più un parcheggio misto con posti idonei per camper ma con una lunghezza non superiore ai 7 metri. N 42.878935, E 12.752345

Qui non c’è molto via vai di turisti e in questa prima domenica di Marzo ci siamo solamente noi forse qualcosa era già nell’aria. Dal parcheggio procediamo a piedi una lunga, ripida discesa di circa 700 mt (solo il pensiero del ritorno mi fa venire la tachicardia)…raggiungiamo la grande piazza principale fuori dalle mura. Qui sotto c’è un ampio parcheggio giornaliero con nessun divieto per camper ma dove è possibile sostare solamente dalle 8 alle 20 a pagamento orario. Comodo per chi si trova qui e vuole solo visitare velocemente raggiungibile dalla stessa strada fatta a piedi.

Trevi è un bellissimo borgo di epoca romana. Si trova sulla via Flaminia a pochi km dalle Fonti del Clitunno. Inserita tra i Borghi più belli d’Italia è chiamata la Città dell’Olio è infatti posizionata su di una collina contornata da tantissimi ulivi.

Le sue poderose mura risalenti al I secolo a.C. cingono il centro abitato.  Le Porte medievali sono le principali entrate al borgo come la porta Bruscito, porta del Cieco, porta San Fabiano e l’arco del Mostaccio che rendono questo luogo davvero affascinante.

Procedere alla scoperta del centro storico è come partecipare ad una caccia al tesoro, basta seguire le impronte disegnate a terra e guardare la mappa dei principali monumenti da vedere.

Un percorso che si intrinseca su per stradine ripide in pietra o giù verso la valle ci porta alla scoperta di tutto il centro storico partendo da Piazza Mazzini la piazza principale dove c’è il Palazzo Comunale e la Torre Civica e il Teatro Clitunno.

Si procede poi verso la chiesa di San Giovanni Decollato e Casa Petrucci, una casa stile  rinascimentale la cui facciata conserva scene graffite di carattere profano raffiguranti il “Mito di Diana e Aneone”.

Proseguendo sotto l’Arco del Pittore, girovaghiamo in senso contrario alle orme disegnate a terra…come nostro solito fare cominciamo sempre al contrario qualsiasi percorso!

In pieno centro storico c’è la Casa Medievale che conserva ancora esterne le vecchie travi di legno, una porta murata che fungeva da bottega e sul muro disegnati degli affreschi della Madonna con il Bambino.

Poco più su, troviamo il bellissimo Duomo di Sant’Emiliano…

Un luogo dove perdersi per ore a girovagare anche senza meta, perdendosi in strade senza uscita, in angoli nascosti dove la macchina fotografica riesce a catturare immagini da cartolina. Un luogo che noi abbiamo trovato piuttosto isolato, silenzioso di una anomala Domenica mattina.

Ripartendo da Trevi ci si può fermare a pochi km di distanza tra gli uliveti della piccola frazione di Bovara dove è custodito il millenario Ulivo di Sant’Emiliano (1700 anni) dove venne martirizzato legato ad esso Sant’Emiliano e la bella Abbazia di San Pietro dove è disponibile un piccolissimo parcheggio. L’Ulivo è quasi nascosto all’interno di un giardino e vale una breve visita.

Noi proseguiamo il nostro viaggio fino a casa lasciandoci alle spalle questi meravigliosi paesaggi.

ALLA PROSSIMA AVVENTURA

Pubblicato da thelittlegulliverontour

Siamo Gloria, Marco e i Bassotti Guido e Valentina. La nostra passione per i viaggi inizia nel 1999 abbiamo viaggiato per anni con aerei, sulle due ruote e con la nostra automobile. Nel 2010 è arrivato il primo bassotto Guido e la nostra passione per l'On the road è cresciuta abbiamo trasformato la nostra auto in una vera Bassmobile, nel 2013 è arrivata anche la bassa Valentina e per stare tutti più comodi abbiamo acquistato una vera casa mobile...ed ora Viaggiamo in Camper su e giù per l'Europa e chissà ....oltre......

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.